Read More
question

Have A Question?

Glossario dei termini

Valore assoluto di riflettanza

Valore della riflettanza relativo a riflesso e diffusione perfetti della superficie pari a 1,0.

Assorbimento

Processo in cui la luce o altre radiazioni elettromagnetiche vengono convertite in calore o in altre radiazioni incidendo o passando attraverso un materiale.

Precisione

Osservanza del risultato della misurazione rispetto a un valore o a una scala di valori accettata come campione.

Colore acromatico

Un colore neutro come il bianco, il grigio o il nero, che non ha sfumature. Detto anche non cromatico.

Angolo d’incidenza

Angolo formato dall’asse del raggio della luce che incontra un oggetto e la perpendicolare alla superficie dell’oggetto.

Angolo di campo

Angolo formato dall’asse del punto d’osservazione e la perpendicolare alla superficie dell’oggetto.

Attributo

Caratteristica di una sensazione, percezione o modo d’apparenza. Si distingue tra apparenza cromatica e geometrica.

Luminosità

Attributo relativo alla percezione visiva di un osservatore in base a diverse luminanze.

Taratura

Rapporto grafico o matematico di una proprietà desiderata in relazione all'output dello strumento.

Tonalità

Percezione delle sfumature (non nel bianco, grigio o nero).

Attributi cromatici

Attributi associati alla distribuzione spettrale di luce, tonalità e saturazione.

Cromaticità

Parte della descrizione del colore che non dipende dalla luminanza.

Spazio colore CIE 1976 L*a*b*

Spazio colore uniforme che utilizza la radice cubica di Adams-Nickerson, suggerita nel 1976 da CIE per misurare piccole differenze di colore.

Coordinate di cromaticità CIE (coefficienti tricromatici)

Rapporto di ogni valore tristimolo di un colore e della somma dei valori tristimolo. Nel sistema CIE sono determinati da x, y e z.

Funzione luminosità CIE

Traccia della magnitudine relativa della risposta visiva come funzione di una lunghezza d’onda tra i 380 nm circa e i 770 nm, adottata da CIE nel 1924.

Osservatore standard CIE

Ipotetico osservatore avente i dati del tristimolo di un colore misto racomandati nel 1931 da CIE per un 2° campo visivo (x, y, z o x2, y2, z2). Nel 1964 è stato adottato un osservatore supplementare per un campo più ampio 10° (x10, y10, z10).

Valori di tristimolo CIE

I tre riferimenti o gli stimoli relativi, necessari per stabilire un accordo con lo stimolo del colore considerato, in un sistema tricromatico dato.

CIE, Commission Internationale de l'Eclairage

In italiano Commissione internazionale sull’illuminazione; l’organizzazione internazionale più importante che si occupa del colore e della sua misurazione.

Nitidezza

Caratteristica di un materiale trasparente attraverso il quale si può vedere una certa immagine.

CMC

Differenza di colore basata sulla scala di colore CIELAB che può generare automaticamente tolleranze per le differenze percepibili o accettabili.

Attributo del colore

Caratteristica tridimensionale dell’aspetto di un oggetto, fonte di luce o un’apertura. Solitamente una dimensione definisce la luminosità e le altre due, congiuntamente, definiscono la cromaticità.

Costanza del colore

Sostanziale impossibilità di variare la percezione del colore di un oggetto in presenza di variazioni dell’illuminazione o delle condizioni visive.

Differenza di colore

Magnitudine e carattere della differenza di colore di due oggetti in condizioni specifiche.

Scala di misurazione del colore

Sistema che specifica numericamente gli attributi percettivi del colore.

Colore percepito

Sensazione visiva prodotta dalla luce con diverse lunghezze d’onda in tutte le parti della regione visibile dello spettro. In questa percezione l’osservatore può distinguere le differenze tra due oggetti di pari dimensione, forma e struttura.

Specifiche del colore

Valori tristimolo, coordinate cromatiche e valore della luminanza o altri valori della scala del colore, usati per designare numericamente un colore in un sistema specifico del colore.

Colorimetro

Strumento che percepisce i valori di tristimolo e li converte in componenti cromatiche del colore.

Proporzione di contrasto

Misura dell'opacità; rapporto tra la riflettanza della luce di un campione posto su uno sfondo nero, con una riflettanza specifica, e la riflettanza dello stesso campione posto su uno sfondo bianco, con una riflettanza specifica.

Descrizione delta

Confronto a parole tra un campione e uno standard. Si basa sui dati della differenza di colore. Se si sceglie la scala di colore L, a, b or L*a*b*, le descrizioni delta saranno più chiaro/più scuro, più rosso/più verde o più giallo/più blu. Se si sceglie invece la scala di colore LCh, la descrizione sarà più chiaro/più scuro, meno saturato/più saturato e meno cromatico/più cromatico.

Riflesso diffuso

Processo in cui la luce incidente viene reindirizzata su una variazione di angoli dalla superfice su cui è incidente.

Trasmissione diffusa

Processo in cui la luce incidente, trasmessa attraverso un oggetto, viene reindirizzata o dispersa su una variazione di angoli.

Annebbiamento

Dispersione della luce all'interno di un campione abbastanza chiaro o sulla sua superfice, a causa di un aspetto nebuloso visto in trasmissione.

Standard Hitch

Standard vicini al colore del campione da misurare. Questi standard sono come quelli del transfer.

Sfumatura

Attributo della percezione del colore che indica se l’oggetto è da considerare rosso, giallo, verde, blu o viola.

Scala Hunter L,a,b

Scala di colori uniformi concepita da Hunter nel 1958 per stabilire un'unità di misura per le differenze di colore. È basata sulla teoria dei colori opposti di Hering.

Illuminante

Tavola di distribuzione spettrale il più simile possibile a quella della fonte di luce naturale, in genere la luce del giorno, da duplicare.

Standard degli strumenti

Standard secondari impiegati solo in uno strumento particolare per mantenere la taratura dello strumento.

Luce

Radiazione elettromagnetica nel campo spettrale (approssimativamente tra 380 nm e 780 nm) percepibile dall'occhio.

Fonte di luce

Elemento specifico di uno strumento o di una situazione di osservazione visiva che fornisce energia radiante sotto forma di luce.

Luminosità

Percezione in cui si distinguono gli oggetti bianchi da quelli grigi e gli oggetti chiari da quelli scuri.

Metamerismo

Fenomeno in cui i colori di vari campioni corrispondono, se illuminati dalla luce di una composizione spettrale malgrado le loro differenze di riflettanza spettrale, e di conseguenza non possono corrispondere alla luce di un'altra composizione spettrale.

Indice di metamerismo

Misura in gradi del metamerismo. Un indice di metamerismo generale deriva da due curve di distribuzione spettrale metamerica a prescindere dall’illuminante. Un indice di metamerismo speciale, invece, viene specificato con due diversi illuminanti.

Sistema Munsell dei colori

L’identificazione del colore di un campione nelle tonalità di Munsell, valore e colore valutato visivamente rispetto al libro dei colori di Munsell.

Nanometro (nm)

Unità di lunghezza pari a 10-9 di un metro.

Colore dell'oggetto

Aspetto delle sembianze di un oggetto che dipende dalla composizione spettrale di una luce incidente, dalla riflettanza spettrale o dalla trasmittanza dell’oggetto, e dalla risposta spettrale di un osservatore.

Condizioni di osservazione

Condizioni geometriche e spettrali dell’illuminazione e della visione del campione per effettuarne la sua valutazione visiva o strumentale. Nelle osservazioni visive le condizioni comprendono l'ambiente circostante e lo stato di adattamento dell’osservatore.

Opacità

Grado in cui un foglio, o una pellicola, oscura un modello sottostante.

Sistema dei colori opposti

Sistema di colori basato sulla teoria dei colori opposti di Hering che stabilisce sei dimensioni di colore indipendenti, percepite da tre sistemi di colori opposti: bianco-nero, rosso-verde e giallo-blu.

Percezione

Combinazione di diverse sensazioni e utilizzo di esperienze maturate nel riconoscimento di oggetti da cui proviene lo stimolo.

Riflettore a diffusione perfetta

Diffusore uniforme ideale, privo di assorbimento e trasmittanza.

Trasmettitore a diffusione perfetta

Diffusore uniforme ideale privo di assorbimento e riflettanza.

Policromatore

Dispositivo per isolare piccole porzioni dello spettro disperdendo la luce nelle sue lunghezze d’onda.

Precisione

Grado di accordo delle misurazioni ripetute per rilevare la stessa proprietà.

Luce primaria

Ognuna delle tre luci in cui un colore viene specificato dalla quantità di luce necessaria per duplicarla in combinazione aggiunta.

Standard primario

Standard la cui taratura è determinata dalla misurazione di parametri in genere diversi da quello usato come standard.

Riflettanza

Rapporto tra il riflesso e la radiazione incidente.

Riflesso

Processo in cui la luce incidente lascia una superficie o un mezzo dalla parte in cui è incidente.

Rifrazione

Inclinazione dei raggi di luce quando passano da un mezzo a un altro con un diverso indice di rifrazione.

Trasmittanza regolare

Processo in cui la luce incidente viene trasmessa attraverso un oggetto in modo rettilineo e diretto, senza diffusione.

Ripetibilità

Grado con cui un singolo strumento dà la stessa lettura per lo stesso campione.

Riproducibilità

Accordo ottenibile tra misurazioni effettuate da diversi strumenti in diversi laboratori.

Ristandardizzazione

Si usa solo per impostare i gradi in cima alla scala di standardizzazione.

Saturazione

Attributo della percezione del colore che esprime il grado di partenza dal grigio della stessa luminosità.

Dispersione

Processo in cui la luce, passando attraverso una superficie granulare, fibrosa o ruvida, viene reindirizzata attraverso una serie di angoli.

Standard secondari

Tutti gli standard che non sono primari.

Suddivisione per tonalità

Raggruppamento di materiali di colore simile, in cui ogni gruppo può essere usato per un prodotto finito.

Spettrocolorimetro

Scansione completa del rilevamento dello spettro visibile o spettrofotometro ridotto con un microprocessore integrale o un computer programmato per rilevare le integrazioni di tristimolo, normalmente con un ampio passa banda di 10 - 20 nm.

Spettrofotometro

Strumento usato per misurare la trasmittanza e/o la riflettanza di un campione in funzione della lunghezza d’onda.

Spettro

Disposizione spaziale di energia elettromagnetica in base alla lunghezza d’onda. Per la radiazione visibile lo spettro è una banda di colore prodotta dalla scomposizione della luce bianca nei colori che la compongono.

Speculare

Che ha le qualità di uno specchio; che ha una superficie liscia riflettente.

Riflettanza speculare

Processo in cui la luce incidente viene reindirizzata all’angolo speculare, come uno specchio, senza diffusione.

Standard

Dato di riferimento usato nelle misurazioni con strumenti.

Standardizzazione

Processo con cui un dato metodo, procedimento o protocollo viene considerato conforme alle condizioni prescritte. La standardizzazione può seguire solo la taratura.

Tolleranza

Limiti che determinano di quanto un campione può differire dallo standard. Le tolleranze possono essere impostate per qualsiasi scala di colore o parametro dell'indice.

Riflesso totale

Riflesso diffuso e speculare.

Trasmissione totale

Trasmissione diffusa e regolare.

Standard del transfer

Standard vicini al colore dei campioni da misurare. Coincidono agli standard Hitch.

Traslucenza

Proprietà del materiale da cui viene dispersa la maggior parte di luce trasmessa.

Trasmissione

Processo in cui la luce incidente viene trasmessa attraverso un oggetto.

Trasparenza

Proprietà del materiale da cui viene dispersa una parte trascurabile della luce trasmessa.

Scala dei colori uniforme

Scala di colori o solido dei colori in cui le differenze tra i punti corrispondono alle differenze della percezione visiva tra i colori rappresentati da questi punti.

Lunghezza d’onda

Distanza misurata tra la linea di propagazione tra due punti che sono in fase o su onde adiacenti. La distribuzione della lunghezza d’onda determina il colore della luce. Le lunghezze d’onda della luce visibile oscillano tra 380 nm circa e 780 nm circa.