Read More
question

Have A Question?

Ingredienti liquidi

Gli ingredienti giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo dei prodotti alimentari, insieme ai sapori e alla consistenza, e anche il colore costituisce un aspetto altrettanto importante e convincente del prodotto finale. Le grandi marche del mercato internazionale sanno che è importante utilizzare un colore che attiri l’attenzione del consumatore, poiché il consumatore lo collegherà automaticamente a un certo sapore. Ecco perché le società come McCormick, Smuckers, ConAgra Foods e altri grandi marchi internazionali si affidano all’esperienza e alla conoscenza ultra sessantennali di HunterLab nel fornire soluzioni atte a garantire la consistenza del colore degli ingredienti lungo tutta la filiera produttiva.

Preventivo Ingredienti liquidi

Gli ingredienti liquidi o "umidi" possono contenere zuccheri, come lo sciroppo di mais, di melassa o d'acero, estratti come per esempio di vaniglia e altri sapori in forma liquida, e olii come quello di canola o quelli vegetali, per nominarne alcuni. Questi ingredienti possono essere opachi, traslucidi o trasparenti e la misurazione del colore di ognuno di essi richiederà strumenti e tecniche diversi.

Nei liquidi opachi la luce non riesce a penetrare e la misurazione ottimale è quella che utilizza la geometria della riflettanza direzionale 45/0°. Questa è la geometria più vicina alla percezione del colore dell’occhio umano.

Nei liquidi traslucidila luce passa attraverso il liquido, ma solo in modo diffuso, quindi non si potranno distinguere bene gli oggetti dall’altra parte. In base alla trasparenza del campione si potranno usare le modalità di misurazione della riflettanza e della trasmittanza. La regola del pollice:

  • se si vuole che il consumatore veda bene il pollice o i dettagli del dito attraverso il liquido, bisognerà privilegiare la misurazione della trasmittanza.
  • Se invece non si riescono a vedere i piccoli dettagli, allora si deve preferire la misurazione della riflettanza utilizzando uno strumento direzionale 45°/0° sebbene sia possibile usare anche uno strumento con geometria a sfera diffusa d/8°.

Il cammino ottico viene definito come lo spessore del campione dal punto in cui entra la luce al punto in cui esce. Per determinare la trasparenza si può fare un test molto semplice: è sufficiente versare un liquido in un contenitore trasparente che ne simuli lo spessore normalmente visto, porre il pollice dietro al contenitore e osservarlo attraverso il liquido.

I liquidi trasparentilasciano passare la luce con interruzioni o distorsioni lievi o nulle, quindi gli oggetti dall’altra parte sono ben visibili. Questi liquidi possono essere misurati solo con strumenti per la trasmissione.

Ingredienti liquidi con basso contenuto di solidi

Basso contenuto di solidi

Da altamente traslucido a trasparente in natura.

Visualizza altro
Ingredienti liquidi con alto contenuto di solidi

Alto contenuto di solidi

Opachi o quasi opachi di natura.

Visualizza altro